Integratori Acido Ialuronico e Collagene

Acido Ialuronico e Collagene

L’acido ialuronico è un componente essenziale della pelle, cui assicura un’idratazione ottimale grazie alla capacità di trattenere elevate quantità di acqua nei tessuti. Questa preziosa sostanza aiuta ad attenuare i solchi dell’età e ripristina progressivamente il volume della pelle, donando un aspetto più giovane al viso.

Purtroppo, con l’avanzare dell’età, questa fontana di eterna giovinezza diminuisce fisiologicamente, con conseguente perdita di turgore cutaneo e comparsa delle rughe. Per contrastare tale fenomeno scendono in campo gli integratori di acido ialuronico, che compensano la perdita della molecola in oggetto, contribuendo a ridurre la secchezza cutanea e le rughe. L’effetto antiage sulla pelle è assicurato!

Scopri il miglior integratore di Acido Ialuronico e Collagene in commercio


integratore antirughe x115
integratore antirughe x115

X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Acido Lipoico, Coenzima Q10 ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti | Per Aumentare la Sintesi di Collagene.

integratori per la pelle


Che cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico è una sostanza ad alto peso molecolare naturalmente presente nell’organismo umano e animale a livello dei tessuti connettivi, in special modo nella pelle, nell’umor vitreo degli occhi, nelle cartilagini, nei tendini, nelle articolazioni e nel cordone ombelicale.

Si tratta di un glicosamminoglicano, una macromolecola di polisaccaridi (zuccheri) dalla struttura molto complessa prodotta dai fibroblasti che, insieme al collagene e alle fibre elastiche, rappresenta una componente essenziale della matrice extracellulare del derma, lo strato intermedio della pelle nel quale si trovano vasi sanguigni, nervi e follicoli piliferi.

La particolare struttura chimica conferisce all’acido ialuronico la capacità di inglobare e trattenere molte molecole d’acqua (circa mille volte il suo peso), garantendo così la massima idratazione ai tessuti in cui si trova. Come una spugna, assorbe, trattiene e rilascia in modo costante e graduale grandi quantità d’acqua a seconda del fabbisogno. Più alto è il suo contenuto nella pelle, più questa appare idratata, liscia e rimpolpata. Oltre ad essere un potente idratante, stimola l’elasticità del derma attraverso la produzione di collagene.

Sfortunatamente, la produzione naturale di questo straordinario incameratore d’acqua da parte dei fibroblasti diminuisce con l’età e, a causa di alcuni enzimi (ialuronidasi), aumenta invece la degradazione di quello già formato, provocando i tipici segni dell’invecchiamento, ovvero rughe, perdita di elasticità e di volume cutaneo.

Già dopo i 20 anni il corpo ne produce di meno, ma è una volta svoltati i 40 che comincia a degradarsi ad una velocità che si aggira intorno al 30-50% ogni 24 ore. Per questo motivo, è importante iniziare ad usare i prodotti antirughe già a 25-30 anni, così da prevenire la comparsa dei segni del tempo.

Per preservare idratazione e tono della pelle è possibile intervenire assumendo degli integratori di acido ialuronico che inibiscono l’azione degli enzimi che distruggono questa preziosa molecola e ne stimolano la produzione, andando a combattere le rughe dall’interno.

Gli integratori di acido ialuronico promuovono un’azione sinergica su due meccanismi, quello di degradazione e quello di sintesi, aumentando così i livelli di questa sostanza nella pelle e innescando un circolo vizioso nella sua produzione: più ce n’è, più il corpo ne produce.

L’integrazione con acido ialuronico risulta utile anche in presenza di artrosi e di altre patologie osteoarticolari in quanto si riduce e si altera la produzione della molecola da parte delle cellule sinoviali.

Essendo, come abbiamo detto, le molecole in questione ad alto peso molecolare, la sfida delle maison cosmetiche è di renderle sempre più piccole, così che possano essere assorbite più in profondità dalla pelle.

Ecco, dunque, spiegata la ragione per cui spesso sulle confezioni di prodotti e integratori si legge la dicitura “a diverso peso molecolare”. Entrando più nel dettaglio, esistono tre pesi molecolari:

– alto, che agisce sulla superficie dell’epidermide, formando una pellicola in grado di ridurre l’evaporazione dell’acqua;
– medio, che esercita un’azione idratante e antirughe nella superficie di contatto tra derma e epidermide;
– basso, che idrata in profondità e stimola il metabolismo cellulare cutaneo.

Prima di acquistare prodotti a base di acido ialuronico, è bene informarsi sull’origine di questo ingrediente. Va infatti precisato che l’acido ialuronico contenuto negli integratori alimentari può essere di origine aviaria (ottenuto dalla cresta dei galli, noto come acido ialuronico Hylaform) o di origine fermentativa di batteri, come lo Streptococcus equi (tipo Restylane o Juvederm).

Quali ingredienti sono contenuti negli integratori di acido ialuronico

Per un’azione più completa, negli integratori acido ialuronico la molecola principale si trova spesso associata ad altre sostanze che hanno lo scopo di aumentarne l’efficacia, migliorando le condizioni generali della cute. Si tratta in particolare di:

– Oligoelementi. Derivati minerali che svolgono funzioni importanti per la pelle. Il rame e lo zinco, ad esempio, stimolano la produzione di collagene, contribuendo ad aumentare il tono della pelle.
– Antiossidanti. Che contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, aiutando a rallentare l’invecchiamento cutaneo. Fra questi possiamo citare la vitamina E, il beta carotene, il coenzima Q10, i polifenoli e la vitamina C. Quest’ultima contribuisce anche alla formazione del collagene, rendendo la pelle e le cartilagini più elastiche.
– Collagene. Proteina costituente dei tessuti ossei e connettivi che consente alla pelle di essere ben tesa ed elastica (assunto come integratore sotto forma di collagene liquido).
– Estratti vegetali. Come quelli di echinacea, centella asiatica, cacao, olive, curcuma, ecc., che contrastano i radicali liberi e prevengono le rughe.

Funzionano gli integratori di acido ialuronico?

La possibilità di integrare l’acido ialuronico per via diretta è stata a lungo scartata ipotizzando l’inattivazione della molecola da parte dei processi digestivi. A rendere poco realistica l’ipotesi di un apprezzabile assorbimento da parte dell’intestino era anche il suo eccessivo peso molecolare.

Tuttavia, recenti studi hanno avvalorato l’efficacia dell’integrazione con acido ialuronico per via orale nel contrastare la secchezza cutanea e migliorare la salute delle giunture. Tali studi suggeriscono che la molecola venga idrolizzata (scomposta) a livello dello stomaco e dell’intestino anche dalla flora batterica locale; resa così più solubile, si presume possa essere assorbita senza difficoltà, come d’altronde confermano diverse sperimentazioni condotte sui topi.

Si ritiene che, una volta assorbiti, questi frammenti si dirigano verso le sedi opportune (derma della pelle, articolazioni, ecc.) e vengano in qualche modo ricomposti. È un po’ quello che succede con il collagene commestibile che, dopo essere stato ingerito e aver raggiunto il sistema gastroenterico, viene ridotto a singoli aminoacidi e piccoli peptidi che, attraverso il circolo sanguigno, arrivano nelle sedi preposte alla sintesi della proteina e utilizzati come mattoncini per ricomporre la molecola.

Gli studi di cui sopra supportano quindi l’efficacia dell’acido ialuronico nel miglioramento dei segni dell’invecchiamento cutaneo, inducendo la produzione endogena di questa importante sostanza, così da aumentare l’idratazione e il turgore della pelle.

Inoltre, altri lavori concludono che la formulazione migliore per gli integratori orali di acido ialuronico sia quella liquida, in quanto la molecola verrebbe assorbita molto velocemente già a livello delle mucose orofaringee e attraverso le vie linfatiche, molto prima, quindi, di raggiungere il tratto gastrointestinale, dove l’assorbimento risulterebbe invece limitato.

Occorre comunque sottolineare che, per quanto efficace, l’assunzione di integratori a base della sostanza in oggetto non può essere considerata una soluzione definitiva per le rughe, dal momento che queste imperfezioni sono il risultato dell’invecchiamento, un processo naturale impossibile da arrestare che si può solo tentare di rallentare. Tuttavia, l’azione combinata di integratori e trattamenti antirughe, come creme e sieri, rappresenta un valido rimedio anti-age sia in chiave preventiva sulla formazione delle rughe, sia in chiave curativa su quelle che sono già comparse, le quali, grazie all’effetto riempitivo e distensivo dell’acido ialuronico, appaiono attenuate.

Infine, è importante ricordare che l’invecchiamento precoce della pelle è fortemente influenzato dalle nostre abitudini quotidiane. Gli esperti raccomandano di seguire una dieta varia ed equilibrata, con un apporto limitato di zucchero, che è stato messo in relazione all’invecchiamento cutaneo.

Inoltre consigliano di fare regolarmente esercizio fisico, idratarsi bene, utilizzare una protezione solare elevata quando ci si espone ai raggi UV e smettere di fumare, tutte abitudini che ritardano la comparsa delle rughe e di altri inestetismi della pelle.

derma
derma

Funzioni e proprietà dell’acido ialuronico

L’acido ialuronico è conosciuto soprattutto per la sua spiccata azione idratante, ma in realtà questa molecola di grandissimo valore possiede innumerevoli proprietà che ne giustificano l’uso tanto in campo medico quanto in quello estetico.

Sintetizzando, l’acido ialuronico difende l’organismo da virus e batteri, aumenta la plasticità tissutale, ovvero la capacità dei tessuti di adattarsi agli stimoli provenienti dall’ambiente circostante, e assicura l’ottimale idratazione della pelle, esercitando anche un’azione riempitiva che conferisce alla cute un aspetto rimpolpato.

Entrando più nel dettaglio, a livello cutaneo, l’acido ialuronico, in forza del suo elevato peso molecolare, forma un reticolo che si inserisce negli spazi tra le fibre di collagene; questa particolare struttura non solo conserva la forma e la tonicità del tessuto, ma funge da barriera contro l’ingresso di alcune sostanze nocive, come i batteri e i virus.

Va tuttavia osservato che molti batteri, grazie alla secrezione dell’enzima ialuronidasi, riescono ad aprirsi un varco in questa impalcatura, andando così a degradare l’acido ialuronico. Un’altra proprietà di questo polimero è quella di “stirare” i fibroblasti riportandoli alla loro forma originaria in modo da indurli a produrre più collagene e meno enzimi che li degradano.

A livello articolare, la capacità dell’acido ialuronico di inglobare grandi quantità d’acqua fa di questa molecola un efficace ammortizzatore in grado di attutire i colpi meccanici, oltre che un valido lubrificante (si pensi, ad esempio, al liquido sinoviale) capace di prevenire i danni cellulari provocati da stress fisici.

Infatti, nella cartilagine, l’acido glicolico si lega con i proteoglicani, andando a formare grossi aggregati granulari, denominati granuli della matrice, associati alle fibre di collagene, fondamentali per la stabilità della cartilagine stessa. Quando è in corso un’infiammazione articolare, l’acido ialuronico subisce un’aggressione da parte di sostanze pro-infiammatorie che compromettono le sue caratteristiche strutturali e la sua attività lubrificante e nutritiva. È proprio da tali alterazioni strutturali che prendono il via i processi degenerativi cartilaginei tipici dell’artrosi.

Utilizzi terapeutici dell’acido ialuronico

Visto il ruolo essenziale dell’acido ialuronico sulla salute delle articolazioni, in campo ortopedico questa molecola viene solitamente impiegata per eseguire infiltrazioni intra-articolari, che prendono il nome di viscosupplementazione, per il trattamento di infiammazioni e malattie degenerative articolari.

Lo scopo di suddette infiltrazioni locali è quello di arricchire e sostituire il liquido sinoviale che riempie le giunzioni osteoarticolari quando, in presenza di gravi forme di artrosi, il liquido in questione perde le sue caratteristiche di elasticità e viscosità. In questo caso, l’acido ialuronico serve come lubrificante antinfiammatorio e per preservare il liquido sinoviale.

In medicina estetica, le iniezioni di acido ialuronico sono impiegate per compensare la perdita di volume del viso e ridurre tutti i tipi di rughe, comprese le più profonde (vedi filler all’acido ialuronico). In cosmesi, questo polisaccaride viene aggiunto ai trattamenti anti-aging sfruttando la sua azione volumizzante e rimpolpante, in modo da esercitare un effetto ringiovanente intenso sul viso e sul collo.

L’acido ialuronico trova impiego anche in oculistica, dove costituisce uno degli ingredienti principali delle lacrime artificiali utilizzate per alleviare temporaneamente i sintomi della secchezza oculare.

Controindicazioni dell’acido ialuronico

Essendo un componente essenziale dei tessuti connettivi, l’acido ialuronico, assunto per via orale, non sembra presentare particolari effetti collaterali né controindicazioni.

Tuttavia, dato che l’assunzione per bocca di questo polisaccaride è una pratica relativamente giovane, non sono ancora noti tutti i possibili effetti avversi. Per questo motivo, si raccomanda di utilizzare gli integratori acido ialuronico attenendosi scrupolosamente alle dosi indicate e per periodi non troppo lunghi. Inoltre, è preferibile ricorrere ad integratori prodotti per fermentazione batterica piuttosto che a quelli di origine animale.

Anche l’acido ialuronico contenuto nei cosmetici è generalmente un ingrediente sicuro e ben tollerato. La causa di eventuali effetti collaterali è quindi da ricercarsi nell’intera formulazione del prodotto. Per evitare la comparsa di reazioni cutanee avverse, quali rossore, prurito e tumefazione, si consiglia di prediligere prodotti privi di profumi o altre sostanze sensibilizzanti.

Le infiltrazioni di acido ialuronico, invece, possono produrre alcuni effetti collaterali, sia pur di modesta entità, soprattutto se non eseguite da mani esperte. Si potrebbe, ad esempio, riscontrare dolore, gonfiore, arrossamento, ematomi, lividi e sensazione di calore nella sede d’iniezione, per fortuna reversibili.

Bisogna poi ricordarsi di comunicare al medico eventuali allergie a farmaci o sostanze in quanto alcuni eccipienti impiegati in combinazione con l’acido ialuronico potrebbero indurre reazioni d’ipersensibilità, allergie o, nei casi più gravi, persino shock anafilattico.

Migliori integratori acido ialuronico

L’assunzione continuativa di integratori acido ialuronico preserva l’idratazione della pelle e contribuisce al mantenimento della compattezza e dell’elasticità cutanea.

Tuttavia, affinché si abbiano dei risultati, è importante scegliere degli integratori con una composizione ricca e completa, formulati adottando tecnologie in grado di assicurare la massima biodisponibilità. Questi sono alcuni dei criteri che fanno la differenza tra un integratore sicuro ed efficace e uno che non lo è.

Punto di riferimento nel settore degli integratori orali a base di acido ialuronico è X115®+Plus2, che affianca al prezioso polimero oggetto di questo articolo, tra l’altro presente in elevate concentrazioni (100 mg), numerosi altri ingredienti che contribuiscono alla bellezza e al benessere della pelle, primo fra tutti il collagene, principale responsabile dell’elasticità cutanea.

Tabella di comparazione dei top 3 integratori antirughe

La tabella sotto riportata risulta piuttosto evidente che la marca X115 risulta la migliore sotto molti punti di vista, tra i quali gli aspetti più importanti come ad esempio la concentrazione dei nutrienti contenuti.

X115®+Plus2             BioCollagenix ®Gold Collagen®
Prezzo di listinoEuro673942
Giorni di TrattamentoGiorni151010
Costo per giorno di TrattamentoEuro4,46 / 3,6*3,904,20
Collagene marino idrolizzatog555
Acido ialuronicomg1002020
Vitamina Cmg3008080
Resveratrolomg14750Non presente
Coenzima Q10mg12,5Non presenteNon presente
Polifenoli da Cacaomg12Non presenteNon presente
Vitamina Emg15Non presente6
Acido ellagico (da melograno)mg5Non presenteNon presente
Oleuropeina (da foglie di ulivo)mg0.96Non presenteNon presente
Astaxantinamg1Non presenteNon presente
Biotinamcg100Non presente50
Vitamina B6mg2Non presente1,4
Zincomg51.51.5
MirtillomgNon presente150Non presente
Ramemg20,50.15
Echinacoside da Echinacea a.mg3,2Non presenteNon presente
Derivati triterpenici da Centella asiaticamg30Non presenteNon presente
Acido Folicomcg100Non presenteNon presente
Vitamina D3mcg2Non presenteNon presente
* costo calcolato togliendo il valore commerciale della crema antirughe omaggio

L’innovativa tecnologia dei flaconi monodose di X115 Plus, ingredienti che si miscelano tra di loro solo al momento dell’assunzione.

 

Cliccando qui puoi utilizzare il codice sconto del 10% riservato ai nuovi clienti della X115.


X115+Plus si colloca al primo posto tra gli integratori presenti sul mercato grazie alla doppia formula intensiva “Day&Night” che include 15 flaconcini da assumere al mattino e 15 bustine da sciogliere in acqua e bere la sera. Questa doppia formulazione garantisce una protezione dagli agenti pro-ossidanti che aggrediscono la pelle durante il giorno e, allo stesso tempo, promuove i processi rigenerativi che si attivano fisiologicamente durante il riposo.

L’acido ialuronico si trova nelle bustine, che contengono numerose altre sostanze (collagene marino idrolizzato, vitamina C, zinco, vitamina D3, acido folico, estratto di centella asiatica), le quali, oltre a garantire un’intensa azione antiossidante, stimolano la produzione di nuovo collagene e rendono la pelle più elastica e resistente.

I flaconcini, invece, racchiudono diversi estratti vegetali (polygonum, echinacea, cacao, melograno, olivo), alcune vitamine (E, B6, B8) e numerosi antiossidanti (resveratrolo, acido alfa-lipoico, coenzima Q10, polifenoli, astaxantina e oleuropeina), sostanze che lavorano di concerto per rallentare l’invecchiamento cutaneo. I complessi antiossidanti sono contenuti all’interno del tappo serbatoio, protetti dall’ossidazione fino al momento dell’uso.

Non resta dunque che affidarsi all’integratore di acido ialuronico e collagene X115+Plus per combattere la perdita di tono e di volume a cui la pelle va naturalmente incontro con l’avanzare dell’età. A scopo preventivo, è opportuno iniziare a valutare l’integrazione già intorno ai 25-30 anni, quando la produzione fisiologica di acido ialuronico inizia a diminuire.

Scopri il miglior integratore di Acido Ialuronico e Collagene in commercio


integratore antirughe x115
integratore antirughe x115

X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Acido Lipoico, Coenzima Q10 ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti | Per Aumentare la Sintesi di Collagene.

integratori per la pelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *